“Entro i primi nove mesi del 2021 saremo in grado di vaccinare gran parte dei cittadini italiani ma per ora non è previsto l’obbligo, anche se è allo studio un patentino per chi sarà vaccinato”, lo ha dichiarato il commissario straordinario all’emergenza Covid Domenico Arcuri durante il consueto aggiornamento della situazione con la stampa.

Il commissario ha detto che 1,7 milioni di italiani verranno vaccinati nella seconda parte di gennaio attraverso il vaccino anti-Covid predisposto da Pfizer. “Come tutti sanno stiamo disegnando un piano. Il primo vaccino che avremo a disposizione sarà quello di Pfizer, all’Italia arriveranno subito 3,4 milioni di dosi, ovvero nella seconda parte di gennaio, quando noi dovremo essere pronti a somministrarlo. Queste dosi saranno utili a vaccinare 1,7 milioni di italiani, perché ogni persona necessita di due dosi nel giro di tre settimane“.