Fatta la legge, trovato l’inganno. Se è vero che l’ultimo dpcm prevede che i locali chiudano alle 24, da nessuna parte si rintraccia un’indicazione sull’orario di riapertura. Della falla se n’è accorto Aldo Manoiero, titolare del Plaza cafè di Catanzaro Lido, un bar cornetteria con annessa una sala slot, che ha sempre lavorato h24. “E proprio qui sta la chiave. Se il decreto prevede che io chiuda a mezzanotte, benissimo, lo faccio – spiega –  Poi però nulla mi vieta di riaprire un quarto d’ora dopo, come da orari affissi da sempre all’esterno del mio bar”. Lo ha spiegato anche ai poliziotti che appena ha rialzato la saracinesca si sono presentati per i controlli e per invitarlo all’immediata chiusura. Ma, dpcm alla mano, non hanno trovato norma che lo obbligasse a farlo.