Dopo la sinistra, anche la destra a Fiano si spacchetta. A conferma di una comunità che nel 2021 appare un po’ smarrita. Da una parte Ulderico Bellocchi che conta sul sostegno di Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia e dall’altra Simona Bossi, che non ha accettato accordo e scelte e dichiara di voler proseguire la sua corsa, annunciata “motu proprio” all’inizio dell’anno.

In un comunicato la signora Simona Bossi, esperta di arte e residente a Fiano da anni, annuncia che: “Guiderà la lista civica “Alternativa di Popolo” come candidato Sindaco alle prossime amministrative a Fiano Romano. Questo dopo il commissariamento del circolo di Fiano Romano subito da Fratelli d’Italia il 27 aprile u.s.: il gruppo, di cui Simona Bossi è stata leader per cinque anni, ha aderito in blocco al movimento “Alternativa di Popolo”. La consistenza del “gruppo” non è nota, ma certo la scelta disturba il centro destra che in queste elezioni amministrative ha, per la prima volta, la possibilità di espugnare la “Stalingrado Tiberina”, governata sempre, dal dopoguerra ad oggi, dalle forze di sinistra. Le speranze del centrodestra si basano su due elementi: la crescita elettorale registrata negli ultimi anni, in particolare Lega e Fratelli d’Italia, e soprattutto, la divisione della sinistra, evento storico mai accaduto prima.

Scelta che incrina forza centrodestra

La scelta della Bossi, rompe, o almeno incrina, la convinzione dello schieramento che fa riferimento a Bellocchi. Spiega la signora Bossi – “Alternativa di Popolo” è un movimento a carattere nazionale e di forte estrazione territoriale e locale, che promuove giustizia sociale e partecipazione attiva alle dinamiche produttive ed economiche (tematiche molto sentite dal gruppo di Fiano Romano e che spiccano nel suo programma elettorale), la rigenerazione dei valori etici e morali, il rispetto delle differenze e delle libertà individuali, la supremazia della politica sugli interessi economico-finanziari, la parità di genere nella partecipazione politica”. 

Domani, domenica 20 giugno dalle ore 9,00 alle ore 13,00 la signora Bossi ed esponenti del suo gruppo saranno, con un gazebo, a Piazza Matteotti per illustrare le ragioni di questa scelta.