Si mette in sicurezza l’Archivio Storico Comunale di Filacciano grazie ai contributi di Regione e Soprintendenza. i sussidi ricevuti sono esattamente due, uno da parte della Sovraintendenza ai beni archivistici e bibliografici del Lazio per il riordino, catalogazione e migliore conservazione dei raccoglitori che costituiscono, di fatto, la memoria cartacea storica dal Regno d’Italia ed ancor prima. Preziosi documenti che spesso, per mancanza generalizzata di risorse, sono conservati senza la dovuta attenzione. L’altro finanziamento ottenuto, frutto di un bando regionale, è stato vinto presentando un progetto per la digitalizzazione e messa in rete dello stesso archivio storico. Si tratta di documenti cartacei centenari, scritti con inchiostro liquido sui famosi fogli di carta pecora, quindi di facile deperibilità quanto irrimediabile. La Regione ha riconosciuto l’importanza della loro conservazione digitale e l’importanza di estendere all’accesso in rete a tutti gli studiosi.