Mascherine vendute anche a cinquemila euro approfittando dell'emergenza Coronavirus. E' quanto ha scoperto la guardia di finanza che con il coordinamento della procura di Torino ha intrapreso una vasta operazione in varie località italiane, con perquisizioni a carico di una ventina di soggetti, 27 febbraio 2020. ANSA/ GUARDIA DI FINANZA +++ ANSA PROVIDES ACCESS TO THIS HANDOUT PHOTO TO BE USED SOLELY TO ILLUSTRATE NEWS REPORTING OR COMMENTARY ON THE FACTS OR EVENTS DEPICTED IN THIS IMAGE; NO ARCHIVING; NO LICENSING +++

Vendevano kit non in regola contro il Coronavirus a prezzi esorbitanti, in alcuni casi fino a cinquemila euro.

Ventidue imprenditori (sarebbe più consono definirli “sciacalli”) sono stati denunciati dalla guardia di Finanza di Torino a conclusione di un’indagine coordinata da Alessandro Aghemo della procura di Torino.  I finanzieri del Comando provinciale torinese hanno eseguito decine di perquisizioni e sequestri in tutta Italia. I prodotti, pubblicizzati a carattere cubitali, sono comparsi nelle ultime settimane su tutti i siti di e-commerce nel tentativo di sfruttare al massimo l’allarme per la diffusione del virus e l’esaurimento dei prodotti nelle farmacie e in altri presidi sanitari. Ora gli imprenditori rischiano fino a due anni di carcere.