Dicevano che fosse una principessa africana, Helen Folasade Adu, ma non era vero. Così come nessuno si ricorda che lei era solo la cantante di un gruppo con quel nome. Che poi quello fosse anche il suo nome d’arte, aggiunge solo confusione.
⬇️
2️⃣
Di certo quando apparve, così elegante e affascinante, con questa voce suadente, molti di noi persero la testa. Personalmente ho vissuto buona parte degli anni ’80 con una cotta pesante per Sade Adu. Potete darmi torto?
La loro musica dava un senso di serenità.
⬇️
3️⃣
E serena e rilassata è stata anche la loro carriera, seppur costellata di successi. Lo chiamavano smooth jazz, ma dentro c’era l’eco di suoni esotici. Su tutto si stagliava questa voce profonda e lieve, liscia come i suoi capelli.
⬇️
4️⃣Un album ogni due anni, poi due dischi negli anni ’90. Nel nuovo millennio più niente per 10 anni. Spariti, direte voi. Macché, Sade voleva godersi in pace la maternità. Appena la bambina lo ha consentito, eccoli tornare con un nuovo disco e un nuovo successo.
⬇️
5️⃣Tutto con incredibile serenità. Senza agitarsi troppo, senza perdere un briciolo di fascino. Con tranquillità. La stessa che infonde la canzone di oggi.
Rilassatevi, perchè Love is stronger than pride.