La sindaca di Roma Virginia Raggi ha firmato oggi l’ordinanza che individua in un terreno comunale in zona Saxa Rubra e precisamente in via Maurizio Barendson, il sito di trasbordo dei rifiuti. Nell’area potrà essere trattato un massimo di 300 tonnellate di rifiuti al giorno. Il trasbordo però dovrà avvenire senza che i rifiuti tocchino terra.

L’area, “dovrà essere delimitata e presidiata, prevedendo attività di pulizia (manuale o meccanizzata) giornaliera a fine servizio“. Secondo quanto riportato dal documento, gli effetti del provvedimento “dovranno limitarsi al tempo strettamente necessario all’individuazione delle più opportune soluzioni idonee al superamento delle criticità in essere e, comunque, ad un periodo non superiore a 180 giorni” dall’entrata in vigore dell’ordinanza.

Nostro commento a caldo: ci sono centinaia di zone a Roma più adatte a questo tipo di interventi. Qui ci troviamo in una area dove è presente la RAI, uno scambio trasporti con parcheggio, bus e treni. E i 180 giorni, come spesso accade in questi casi, rischiano di essere sulla carta solo un limite estemporaneo e moltiplicarsi invece per chissà quante volte.