Inserita nel centro  del paese, estesa per 500 metri quadrati, in rete, collegata a pieno titolo con il sistema bibliotecario regionale.

Sacrofano ha la sua biblioteca ed a marzo sarà aperta al pubblico. Una luce nel borgo, a disposizione di tutti i cittadini e dei giovani e connessa, di fatto, con il mondo intero.

Ne sarà felice il vecchio Jorge Luis Borges, ovunque si trovi, perchè così potrà mettere un nuovo bollino sulla mappa della sua babelica e infinita costruzione letteraria.

Pronta per il sistema bibliotecario regionale 

L’Amministrazione comunale ha comunicato che la struttura “è stata ammessa a valutazione, da parte della Regione Lazio, l’istanza di accreditamento in OBR, effettuata dall’Ufficio Cultura, della nostra biblioteca, che sarà inaugurata a marzo”.

Tra il 15 e il 17 del mese, fanno sapere gli uffici comunali. L’accreditamento consentirà di entrare in collegamento con tutte le biblioteche regionali e i sistemi bibliotecari e di poter beneficiare di contributi per la realizzazione di iniziative culturali (convegni, mostre, congressi, eventi).

Un giacimento di conoscenza ma anche una calamita di risorse e occasione di partecipazione.

Il sindaco  Patrizia Nicolini ha infatti deciso che il nome della struttura sarà scelto coinvolgendo i ragazzi di tutte le scuole presenti nel  comune. La biblioteca è per loro.

È stato deciso di costruirla nel 2019, tre anni dopo i libri sono a posto, i quattro computer per il pubblico collegati. E’ stato fatto un buon lavoro. La luce è accesa a piazza Ugo Serata.