Un bidello trovato positivo al Covid ha costretto la Asl a disporre la chiusura di un intero piano del plesso scolastico Salvo D’Acquisto a Capena. L’operatore era vaccinato. I bambini sottoposti a tampone sono risultati negativi.  Sono a casa in via precauzionale come da protocollo.

Per molti si attende il “richiamo” del secondo tampone, ma non dovrebbero esserci sorprese. Ad oggi sono 23 i ragazzi in età scolare con positività al virus. Non risultano situazioni di particolare criticità. Di certo nel paese si è creata una situazione di grande ansia anche perchè sono settimane che il numero dei casi cresce con impressionante regolarità. 

A Capena i casi sono 70, i ragazzi 23

Oggi i nuovi casi Covid registrati a Capena sono stati quattro, il totale dei positivi è arrivato a 70. Il numero più alto in tutto Distretto 4, e secondo in assoluto nel territorio dell’intera azienda sanitaria  Asl 4.  Solo Formello ne ha di più: 71.

Le classi in quarantena, secondo i dati della scuole della Asl e del Comune, sono ad oggi sette. Il tam tam su rete batte il numero di 10, ma si tratta di voci. Non vi è alcuna conferma. Spiega il sindaco Roberto Barbetti in un post su fb, e che in paese svolge anche il  lavoro di  medico di medicina generale: “In ambito  scolastico  abbiamo  7 classi in quarantena. Una delle quali a scopo precauzionale (non vi sono casi ): Centro urbano Salvo D’Acquisto con 4 classi; 2 alle secondaria (medie) ed 1 all’infanzia della Iolanda di Savoia. Il Servizio Asl sta seguendo tracciamenti, controlli tamponi e isolamento. Ieri una classe ha eseguito il tampone di fine quarantena ed altre 2 il tampone iniziale. Oggi sono proseguiti i controlli al drive in di Capena. Raccomando a tutti il rispetto della quarantena così come prescritto dalla Asl e laddove è consigliato, su base volontaria, di dare il consenso  per farlo effettuare.

La preside Tozi, venerdi sanificazione del plesso Salvo d’Acquisto

Purtroppo la positività al virus sta aumentando dappertutto, con un incremento di oltre il 30 per cento nell’ultima settimana. Soprattutto ed ovviamente tra chi è sotto i 12 anni ed ancora non può sottoporsi al vaccino. In questi giorni siamo stati in CONTINUO CONTATTO con i Responsabili della scuola e i Medici del Sisp della Asl che stanno monitorando la situazione attraverso  l’applicazione dei protocolli previsti”.

La dirigente scolastica, Patrizia Tozi,  racconta di una situazione complessivamente sotto controllo, costantemente monitorata secondo la puntuale applicazione dei protocolli sanitari, ma non  dissimile da ciò che si sta verificando in altre realtà scolastiche. In ogni caso “oggi ci è stato comunicato dall’amministrazione comunale che venerdì si procederà alla sanificazione generale dell’istituto Salvo D’Acquisto con una ditta specializzata”.

Si tenta di rompere l’assedio. Ma serve maggiore attenzione e più senso di responsabilità da parte di tutti, altrimenti questo vento non si cheta.