A closed school in Rivas Vaciamadrid, Spain, Wednesday, March 11, 2020. Spain's health minister on Monday announced a sharp spike in coronavirus cases in and around the national capital, Madrid, and said all schools in the region, including kindergartens and universities, will close for two weeks from Wednesday. For most people, the new coronavirus causes only mild or moderate symptoms, such as fever and cough. For some, especially older adults and people with existing health problems, it can cause more severe illness, including pneumonia. (AP Photo/Manu Fernandez)

La Spagna si arrende all’evidenza del contagio da Coronavirus e adotta misure simili a quelle italiane, chiudendo tutto.

Dopo avere raggiunto i 5.753 casi – dei quali circa 3.000 nella capitale Madrid con un amento nazionale di oltre 1.500 in 24 ore e e 132 morti – il governo, che ha dichiarato lo stato di emergenza per due settimane, ha proibito tutti gli spostamenti che non siano dettati da cause di forza maggiore.

E’ permesso andare al lavoro e rifornirsi di beni alimentari. Per il resto l’invito – quasi un obbligo in realtà – è quello di restare a casa. Come in Italia, ma con almeno due settimane di ritardo.