Da oggi 20 febbraio è possibile richiedere il ‘bonus’ da 30 euro per l’acquisto dei seggiolini anti abbandono registrandosi su un piattaforma Sogei accessibile dal sito del Mit (www.mit.gov.it). Entro un mese, poi, bisognerà spendere la cifra per l’acquisto dell’apparato oppure sarà necessario farne nuova richiesta.

Con lo sconto di 30 euro, è possibile coprire un terzo o la metà della spesa totale: dipende dal dispositivo che si sceglie e dal canale di acquisto (in ogni caso, gli operatori, per essere abilitati a riconoscere il bonus, devono registrarsi). Per questo bonus lo Stato ha stanziato due milioni di euro, il che vuol dire che possono usufruirne al massimo circa 66.666 beneficiari.

La richiesta deve essere fatta da uno dei due genitori o da chi esercita la patria potestà. La domanda va presentata, prima di acquistare il dispositivo, attraverso la piattaforma sul sito di Sogei o del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Per usufruirne, bisogna essere in possesso dell’identità digitale Spid. Una volta registrati, occorre inserire nome, cognome e codice fiscale del bambino, che poi sarà verificato dalla Sogei nelle anagrafi fiscali assieme ai dati del richiedente il bonus.

Il bonus è associato al codice fiscale del minore e vale solo per l’acquisto di un dispositivo a bambino. Non si applica, quindi, all’acquisto di più dispositivi per lo stesso bambino.
Ha una durata di 30 giorni. Se non viene utilizzato entro questo periodo viene annullato e va richiesto nuovamente.