Nella cosiddetta “fase 2” gli esercizi commerciali la cui attività non è sospesa, al fine di limitare e contrastare la circolazione del nuovo coronavirus e garantire acquisti in sicurezza, devono rispettare le seguenti misure di igiene e prevenzione previste dal decreto del 26 aprile.

*️⃣1. DISTANZA
Assicurare il mantenimento di un metro di distanza interpersonale in tutte le attività
2. PULIZIA DEI LOCALI
Garantire l’igiene ambientale con una frequenza di almeno due volte al giorno
🔹3. ARIA
Mantenere un’adeguata aerazione naturale e il ricambio d’aria
🙌4. IGIENE DELLE MANI
Mettere a disposizione gel igienizzante per la disinfezione delle mani (in particolare accanto a tastiere, schermi touch e sistemi di pagamento)
😷5. MASCHERINE
Utilizzare le mascherine negli ambienti chiusi e dove non sia possibile il distanziamento sociale
🔸6. GUANTI
Usare guanti “usa e getta” nelle attività di acquisto, in particolare in caso di alimenti e bevande
7. INGRESSI DILAZIONATI
Accessi regolamentati e scaglionati secondo le seguenti modalità:
– attraverso ampliamenti delle fasce orarie
– per locali fino a 40 metri quadrati può accedere una persona alla volta, oltre a un massimo di due operatori
– per locali di dimensioni superiori a 40 metri quadrati, l’accesso è regolamentato in funzione degli spazi disponibili, differenziando, ove possibile, i percorsi di entrata e di uscita
ℹ️8. INFORMAZIONI
Dare adeguata comunicazione alla clientela per garantire il distanziamento in attesa di entrare