Un successo inaspettato, nel rispetto delle norme anti ha reso Benevento capitale della bellezza per un giorno grazie alla presentazione del libro di Filippo Cannizzo “Briciole di Bellezza. Dialoghi di speranza per il futuro del Bel Paese” di Martedì 8 Settembre 2020, inserite nella decima edizione della “Fiera dell’8 Settembre”.

Raffaella Rojatti ha moderato gli interventi dell’Assessore alle Politiche Culturali del Comune di Rignano Flaminio, Vincenzo Marcorelli, e dell’architetto e dell’ex sindaco di Formello, Sergio Celestino, che hanno preceduto l’appassionante intervento del filosofo Filippo Cannizzo che ha emozionato e catturato tutti i presenti.

Quella a Rignano Flaminio è stata la settantacinquesima presentazione del libro, che in precedenza era stato presentato in 12 Regioni e 41 Province italiane in circa un anno, tra cui si segnalano i prestigiosi interventi di Cannizzo in occasione del XIII UNESCO Creative Cities Conference Fabriano 2019, di UMBRIA LIBRI 2018, del BOOK PRIDE 2018, dello Human Festival 2019, dell Maggio dei Libri 2019 e 2020, di Liberi sulla Carta 2019, del Festival dell’Economia Civile 2019.

Il libro di cui si è parlato è già vincitore di due premi: il premio nazionale “Per la Filosofia” 2018 e il premio internazionale “SCRIPTURA” 2019. “Briciole di Bellezza”, attraverso uno stile originale in cui la narrativa si fonde alla saggistica, racconta di un viaggio attraverso la fragilità della bellezza dell’Italia, fra difficoltà e possibili soluzioni, proponendosi di indicare una strada possibile da percorrere per dare un futuro al Bel Paese: la via tracciata dalla bellezza della penisola italiana. Bellezza intesa come un elemento vivo, diffuso, presente in Italia. Bellezza come condivisione, cura dell’arte e della cultura, sostenibilità ambientale. Bellezza come possibilità di progresso, di crescita e di lavoro per il paese.

Per ciascuna delle questioni affrontate il filosofo Cannizzo, in questa presentazione ha fornito delle proposte per dare un futuro al Bel Paese, basato su rigenerazione urbana e mobilità sostenibile, progettazione culturale e tutela del patrimonio storico e artistico dell’Italia, costituzione di distretti di economia civile ed economia della bellezza, salvaguardia dell’ambiente, educazione alla bellezza e green economy.