Sono state riaccese ieri a Roma, dopo sei mesi di stop dovuto al Covid, le macchinette mangiaplastica che consentono di guadagnare credito valido per i biglietti dei mezzi pubblici riciclando bottiglie o bottigliette in pet. Installate dal Comune a partire dalla fine di luglio nel 2019, dal 13 marzo erano ferme a causa della limitazione del flusso degli utenti nelle stazioni. Nei giorni scorsi, dopo che molti cittadini avevano richiesto a gran voce la riattivazione delle macchine, sono partiti sopralluoghi e verifiche per valutare la possibilità di far ripartire le compattatrici che hanno avuto fin da subito un enorme successo.

Si riparte, dunque, con le macchine mangiaplastica di Anagnina e di Cipro, entrambe sulla linea A, ma “a valle dei monitoraggi sui flussi che interesseranno queste prime due compattatrici  – fanno sapere dall’Atac  –  è stato deciso di riattivare anche le altre sei macchine presenti nelle altre stazioni. In particolare, è prevista per il prossimo 28 settembre la riattivazione dei dispositivi nelle stazioni della metro B di Laurentina e Basilica San Paolo, mentre lunedì 5 ottobre toccherà alla stazione Termini, sempre su metro B, e la stazione Malatesta di Metro C. Lunedì 12 ottobre infine riapriranno i due compattatori presenti nelle stazioni Piramide (metro B) e San Giovanni (metro C)”.