Connessione attiva tra Regione e pendolari della Roma Nord e dopo la protesta a Piazza del Popolo e  c’è da sperare che sia una connessione su fibra. Nel corso del sit-in a cui hanno partecipato circa 300 cittadini ha preso la parola Nicola Passanisi funzionario dell’assessorato ai trasporti inviato in loco dall’assesore Mauro Alessandri. Ha chiesto scusa per il ritardo accumulato a luglio quando arrivarono le prescrizioni ANSF “perchè ci siamo fidati dei tecnici”, ha spiegato, per poi elencare date e risorse e tappe dei progetti per dare un volto moderno ed efficiente alla ferrovia Roma Nord che “la Regione – ha detto Passanisi – non intende abbandonare a stessa”.

Per Regione Roma-Nord ferrovia strategica

In effetti la Giunta Zingaretti nel 2014 ha recuperato tutti i soldi necessari per rifondarla e cancellati nel 2011 dall’amministrazione Polverini. Nel 2016 sono stati sbloccati dal governo ma nel cassetto regionale sono arrivati solo a metà del 2018. Nei giorni scorsi Atac ha ceduto definitivamente ad Astral, con atto notarile, il ruolo di soggetto appaltatore e questo significa che tra quindici -venti giorni- ripartiranno i lavori dei cantiere Flaminio, Acilia sud e Tor di Valle. Da giugno e per sei mesi al massimo, ma la Regione spera di chiudere i lavori di adeguamento del Flaminio anche in quattro, il capolinea sarà sposato ad Acqua Acetosa, con servizi di navetta sostitutivi.

Lavori e disagi dureranno almeno due anni

E’ l’inizio dei disagi che dureranno due anni e coinvolgeranno tutta la linea con il raddoppio del tratto da Montebello a Morlupo e la messa in sicurezza delle ferrovia fino a Viterbo. La gestione della Roma Nord e Roma Lido, secondo le scelte della Giunta regionale, sarà assicurata da società in “house” sul modello delle Ferrovie italiane. Il Cotral curerà la gestione dei treni e delle corse, Astral quella della infrastruttura con il sostengo di Rfi. Intanto dal gennaio Astral si occuperà della manutenzione dei treni mentre Atac dopo un periodo di affiancamento uscirà definitivamente di scena il primo gennaio del 2021.

Da febbraio in linea 4 nuovi treni 

Buone notizie anche sul fronte treni. In attesa dell’espletamento delle gare per l’acquisto dei nuovi a febbraio ne entreranno in servizio altri 4, rimessi a nuovi grazie ad una stanziamento regionale di quattro milioni e 200mila euro. Il cantiere Roma Nord sembra avviato e la connessione con i cittadini ristabilita : già alla prossima riunione dell’Osservatorio a cui partecipano i sindaci sarà invitato il Comitato dei pendolari che ha ottenuto l’impegno, da parte dell’Istituzione, di attivare e alimentare una comunicazione assidua e capillare