Nella serata di ieri, tramite una circolare, il Ministero della Salute ha chiarito ed elencato tutte le categorie che nei prossimi giorni dovranno esse sottoposte a tampone per verificare l’eventuale positività al Covid-19.

Tamponi ai casi sintomatici e ai loro contatti a rischio, a tutti coloro che sono in ospedale con una infezione respiratoria, a coloro che con lo stesso problema si trovano in residenze per anziani (Rsa) o in strutture per lungodegenti. Non solo, il test va fatto anche molte altre categorie: operatori sanitari esposti, operatori di servizi pubblici essenziali anche con sintomi lievi, lavoratori di Rsa asintomatici, persone fragili a causa di patologie croniche o comunque gravi come il cancro, e “individui sintomatici all’interno di comunità chiuse, per identificare rapidamente focolai e garantire misure di contenimento”. Infine, nelle aree dove la diffusione del virus non è ancora limitata, e se ci sono risorse, il test è consigliato anche per tutti i pazienti con una infezione respiratoria.