Una notte fantastica. Le fototrappole piazzate a Morlupo da Sveva e Federico di 4 anni, Tommaso di 6 e Adriano di 8, nel terreno adiacente il  Rifugio del Lupo e Centro di prima accoglienza per animali domestici e selvatici gestito da Andrea Lunerti, qualche giorno dopo essere state installate, hanno restituito il campionario di tutti gli animali selvatici che abitano intorno a noi. Coperti dal buio, nel ridotto spazio centrato dalla fototrappola sono apparsi tassi, istrici, volpi, cinghiali e anche due gatti.

La notte fantastica degli animali

Le due minuscole macchine fotografiche amatoriali notturne, poco più di giocattoli, sono state postate dai bambini insieme ai genitori, sotto la guida esperta di Lunerti che poi ha curato il montaggio delle immagini. Ne è venuto fuori poco più di un minuto di girato che racconta l’intenso via via di animali selvatici che si svolge con il buio nelle campagne in cui viviamo. Un traffico che testimonia come queste terre nonostante l’aggressione edilizia dell’ultimi decenni conservino un contesto ambientale integro, tanto da costituire un patrimonio da tutelare. Gli animali ripresi dal video dei bambini ci dona la consapevolezza  che intorno a noi abitano altre creature, in gran quantità e varietà. Da poco tempo poi, in questa comunità selvatica è tornato anche il lupo.

Nel video tassi, volpi, istrici, cinghiali e gatti vagabondi

I piccoli autori del documentario mignon sono rimasti incantati dalle immagini catturate. In successione di fronte all’obiettivo si sono presentati due tassi, uno dei quali sembra sospettare che qualcuno o qualcosa lo stia guardando, tre cinghiali che al solito vanno di corsa, una flemmatica volpe, due tranquille istrici con in bella vista la loro coperta di aculei, e due gatti in perlustrazione. Tutti passano per lo stesso sentiero come fosse una strada provinciale nel bosco. Senza fretta. Lasciamoli in pace.