Domani 11 settembre a Torrita c’è la Fiera del Ponte, appuntamento che si protrae da almeno 150 anni. Si tiene nei pressi del Ponte sul Tevere,  il primo che collega il territorio della Città Metropolitana con la provincia di Rieti dalle 7  alle 14. Era momento di scambio di merci , del commercio di animali da cortile e da lavoro. Il posto per acquistare e abiti per l’inverno. Punto di riferimento per i paesi della valle del Tevere e della Sabina. Si svolge infatti in un punto strategico proprio nei pressi della Stazione Fs di Poggio Mirteto. Nella versione del nuovo millennio, il commercio di animali da lavoro, cavalli e ovini non c’è più per via sopravvenute norme di sicurezza sanitaria. Sono rimasti i piccoli animali , la bustina con i pesci rossi. In compenso è il regno di artigiani, hobbysti, generi alimentari di produzione locale, il miele delle tante fattorie che popolano i colli intorno. Cinquanta gli espositori presenti. La stessa manifestazione sarà un’occasione per incontrare i giovani studenti che inizieranno un nuovo percorso scolastico donando agli stessi un palloncino a simbolo del far volare i loro desideri e le loro aspettative future. Per la prima volta nella storia sarà presente la Proloco con l’iniziativa della preparazione delle pizzette fritte. Non mancherà la musica assicurata dalla Banda Musicale di Torrita Tiberina. L’amministrazione comunale donerà alla famiglia Esposito una targa ricordo per la scomparsa della signora Di Venanzio Adriana figura storica della fiera del ponte. Una grande piccola fiera antica.