La città di Roma cancella dalla sua toponomastica i nomi di due firmatari del Manifesto della razza, a cui erano precedentemente intitolate tre strade. I tre nuovi intestatari sono scienziati, tra cui due donne, che si opposero e furono vittime di discriminazioni razziali durante il regime fascista. Nel Municipio XIV via Donaggio diventa ora via Mario Carrara, largo Donaggio diventa largo Nella Mortara, mentre nel IX Municipio via Zavattari si chiamerà via Enrica Calabresi.

Oggi noi stiamo scrivendo un pezzetto di storia di Roma e soprattutto la state scrivendo voi studenti, che avete contribuito a scegliere il nome di tre strade a Roma che rimarranno per sempre’’, ha detto la sindaca di Roma Virginia Raggi nel corso della cerimonia, alla presenza della presidente dell’Unione delle Comunità ebraiche italiane Noemi Di Segni, la presidente della Comunità ebraica di Roma Ruth Dureghello, Lea Polgar, che da bambina fu espulsa da scuola per effetto delle leggi razziali.