Il camper dell’Ordine è di nuovo a Nerola. Obiettivo proseguire il monitoraggio della popolazione dopo il caos della casa di cura Rsa che ha prodotto decine di contagiati Covid-19 e costretto la Regione a dichiarare il comune zona rossa. Extrema ratio per sigillare il cluster ed evitare la propagazione del contagio. Il team di medici è già stato nel centro della sabina romana giovedì e venerdì della scorsa settimana effettuando oltre 200 tamponi. Oggi il programma prevede di controllare altre 100 persone utilizzando un test rapido messo punto dallo Spallanzani che misura IgG e IgM. ll livello di presenza di questi anticorpi nel sangue può indicare se c’è stata un infezione passata (IcG) o una in corso. I medici in campo sono sei a cui si aggiungono infermieri e tecnici.